STATUTO della Fondazione AROMED

  1. Articolo 1

    Denominazione, sede, scopo, durata

    1. Ragione sociale

      Con la denominazione Fondazione di previdenza professionale a favore di AROMED, la comparente fondatrice dichiara di costituire una fondazione disciplinata dagli articoli ottanta e seguenti del Codice civile svizzero.

    2. Sede

      La Fondazione di previdenza professionale a favore di AROMED ha sede a Losanna.

      Il Consiglio di fondazione può, previa approvazione da parte dell’Autorità di sorveglianza, decidere il trasferimento della sede in un altra località della Svizzera.

    3. Scopo
        La fondazione ha come scopo la previdenza professionale e fornisce sussidi e prestazioni ai medici dell’Association Romande des Médecins (Associazione Romanda dei Medici) (AROMED) e ai loro dipendenti:
      1. in caso di vecchiaia, di invalidità o di bisogno, come nell’eventualità di malattia, incidente o disoccupazione che coinvolga personalmente l’iscritto;
      2. in caso di bisogno, come nell’eventualità di malattia, incidente, disoccupazione o invalidità che colpisca un suo congiunto, un figlio minore o incapace di esercitare un’attività lucrativa, o altre persone a suo carico;
      3. in caso di decesso, al coniuge sopravvissuto, al coniuge divorziato nonché alle persone a suo totale o prevalente carico al momento del decesso; in mancanza di dette persone, agli eredi legali.

      I contributi dei medici affiliati possono essere prelevati in base all’art. 331 3° comma CO, da riserve precedentemente costituite a tale scopo e soggette a contabilità separata.

      La fondazione ha inoltre facoltà di finanziare, avvalendosi del proprio patrimonio netto, aumenti di prestazioni e somme di riacquisto versate a questo o ad altri istituti di previdenza esenti da imposte.

      Per raggiungere il proprio scopo, la fondazione ha facoltà di stipulare contratti di assicurazione o di aderire a contratti già esistenti; in questo caso essa deve risultare intestatario e beneficiario dell’assicurazione.

    4. Capitale

      Il capitale iniziale della fondazione ammonta a cinquemila franchi (CHF 5.000) depositati su un conto bancario del sottoscritto notaio.

    5. Durata

      La fondazione ha durata illimitata. La fondazione diventa effettiva dal momento della sua costituzione.

  2. Articolo 2

    Organi

      1. Gli organi della fondazione sono i seguenti:
      2. Il Consiglio di fondazione
      3. Il Revisore dei conti.
  3. Articolo 3

    Il Consiglio di fondazione

    1. Composizione e organizzazione
      Composizione

      Il Consiglio di fondazione è formato da un numero di membri compreso fra due e venti.

      Il nome dei membri del Consiglio di fondazione autorizzati a firmare, così come ogni altra variazione, devono essere comunicati al registro del commercio e all’Autorità di sorveglianza entro un mese dall’elezione.

      I membri del Consiglio di fondazione sono designati dalla fondatrice nella misura del 50% e dai destinatari della fondazione (medici e loro dipendenti) per il restante 50%. In ogni caso almeno uno dei membri designati farà parte dei destinatari della fondazione.

      Il Consiglio di fondazione si costituisce da se stesso.

      Quorum

      Il quorum viene raggiunto allorché è presente la maggioranza dei membri. Il Consiglio di fondazione delibera a maggioranza assoluta. Le decisioni possono anche essere prese per mezzo di lettera circolare. In caso di parità di voti la decisione finale spetta al presidente. Il Consiglio di fondazione redige un verbale delle proprie deliberazioni e decisioni.

      Rappresentanza

      Il Consiglio di fondazione rappresenta la fondazione di fronte a terzi, designa le persone che in coppia assumono impegni giuridicamente validi per conto della fondazione e regolamenta la modalità esatta di firma.

    2. Regolamento interno

      Il Consiglio di fondazione può emanare regolamenti che devono essere sottoposti all’attenzione dell’ Autorità controllo.

      Il destinatario può far valere diritti sul patrimonio della fondazione unicamente nel caso in cui tali diritti gli siano stati attribuiti in base al regolamento o per decisione.

  4. Articolo 4

    Il revisore e il perito

    1. Composizione e attribuzioni
      Organo di controllo

      Il Consiglio di fondazione incarica un organo di controllo di verificare annualmente la gestione, la contabilità e l’allocazione del patrimonio, in conformità alle disposizioni di legge applicabili. L’organo di controllo in via al Consiglio di fondazione una relazione scritta relativa ai risultati del controllo.

      Perito

      Nel caso in cui il regolamento o una decisione del consiglio di fondazione attribuisca delle prestazioni permanenti ai destinatari , il Consiglio di fondazione incarica un perito in materia di previdenza professionale riconosciuto o accettato dall’ Autorità di sorveglianza, affinché proceda a una verifica periodica dell’istituto di previdenza.

  5. Articolo 5

    Disposizioni finanziarie

    1. Patrimonio

      Il patrimonio di fondazione può essere alimentato da donazioni da parte della fondatrice o di terzi Deve essere investito e in modo sicuro, in conformità alle disposizioni di investimento prescritte dall’ Autorità di sorveglianza, e in maniera tale che la ripartizione del rischio e il rendimento risultino adeguati.

      Il patrimonio della fondazione è destinato esclusivamente all’erogazione di prestazioni il cui scopo sia la previdenza.

      Nella misura in cui il patrimonio consiste in una 1 credito nei confronti dei medici affiliati, tale credito deve essere remunerato secondo quanto stabilito dalle direttive dell’Autorità di sorveglianza.

      Devono in ogni caso essere rispettate le disposizioni di legge sull’investimento.

    2. Contabilità

      La chiusura dei conti viene effettuata il trentuno dicembre di ogni anno.

      Per ragioni di praticità, il Consiglio di fondazione può spostare l’inizio e alla fine dell’esercizio a date diverse. Tale spostamento deve essere comunicato alla Autorità di sorveglianza, fornendone giustificazione.

      Alla chiusura dell’esercizio, la fondazione redige il bilancio annuale, lo sottopone all’esame dell’organo di controllo e lo presenta poi all’Autorità di sorveglianza.

      Le riserve contributive e il patrimonio netto contabilizzato per ciascun medico devono figurare nel bilancio annuale in modo nettamente separato e possono essere impiegati esclusivamente a favore dei beneficiari cui si riferiscono.

  6. Articolo 6

    Modifica dello statuto e scioglimento della fondazione

    1. Modifica dello statuto

      Lo statuto è modificato con decisione dell’Autorità di sorveglianza su richiesta del Consiglio di fondazione.

    2. Scioglimento della fondazione o ritiro di un’impresa affiliata

      Nel momento in cui un medico si ritira, una parte del patrimonio netto della fondazione, calcolato in proporzione ai fondi che sono serviti a alimentare tale patrimonio netto, dovrà essere scorporato a favore del medico, il quale potrà utilizzarlo esclusivamente nel quadro della previdenza professionale.

    3. Successione, scioglimento e liquidazione

      Nel momento in cui la fondatrice viene trasferita a un successore o si fonde con un’altra impresa, la fondazione segue la fondatrice salvo decisione contraria del Consiglio di fondazione.

      I diritti e i doveri della fondatrice nei confronti della fondazione passano al successore.

      In caso di scioglimento della fondatrice oltre il suo successore, la fondazione è sciolta.

      In caso di scioglimento della fondazione, il patrimonio della fondazione deve essere utilizzato come garanzia delle pretese regolamentari dei destinatari. Qualsiasi eventuale saldo deve essere utilizzato secondo lo scopo della fondazione. La liquidazione è portata a termine dall’ultimo Consiglio di fondazione. Quest’ultimo resta operativo fino alla conclusione della liquidazione.

      È esclusa la restituzione del patrimonio di fondazione alla fondatrice o al suo successore. È escluso altresì un utilizzo che non abbia come scopo la previdenza professionale.

      Si fa riserva dell’approvazione da parte dell’autorità di sorveglianza per quanto riguarda lo scioglimento o la liquidazione della fondazione.